X garganelli salsiccia e funghi

Garganelli & Salsiccia

I garganelli sono un formato di pasta all’uovo, molto simile alle classiche penne rigate. La sua origine ha duplice storia: c’è chi fa risalire l’invenzione del Garganello al 1400 nelle cucine di Caterina Sforza, e chi nel 1700 in Romagna; il lusso del tortellino era per pochi, così nelle case dei contadini si inventarono questo genere di pasta, che assorbiva il sugo proprio come una vera “pasta ripiena”.  D’altronde le origini della pasta all’uovo sono umili! La “leggenda” che preferisco raccontarvi narra di una brava cuoca, del Cardinale Bentivoglio, intenta a preparare i cappelletti/tortellini.  Il caso vuole che nel mentre li stava preparando un animale di casa se ne mangiò una buona parte. Allarmata per quanto era successo, e per non buttare via i quadrati di pasta che aveva predisposto, gli balenò l’idea di arrotolarli su un cannello sottile di legno e successivamente di “rigarli” sui pettini da telai. Nacquero così i garganelli, il cui nome deriva dal dialetto “garganel” o gargarozzo, la parte tracheale del pollo. Da qui l’uso di condirli con salsiccia, ragù oppure con prosciutto e piselli.

La ricetta che vorrei proporvi è una ricetta “sempre verde”. Ho pensato di realizzarla in occasione dell’8 marzo, la festa della Donna, visto che proprio una brava donna di casa si inventò questa specialità! La scelta del condimento è ricaduta sulla tanto amata salsiccia, per l’esattezza il Pesto di Salsiccia Bolognese a cui ho aggiunto dei funghi porcini.

X garganelli salsiccia e funghi

Ingredienti per 4 persone:

400 g garganelli paglia e fieno,

400 g pesto di salsiccia,

50 g funghi porcini secchi,

250 ml panna fresca,

1/2 bicchiere di vino bianco,

2 cipollotti,

q.b olio evo, sale e pepe

Mettete i funghi secchi in una ciotola piena d’acqua tiepida e lasciateli in ammollo per mezza giornata. Mondate i cipollotti, tagliateli finemente e metteteli a soffriggere in una padella con un filo d’olio. Aggiungete il pesto di salsiccia, sgranatelo con l’aiuto di una forchetta e fatelo rosolare a fiamma vivace per circa 5 minuti; sfumate col vino e unite i porcini sminuzzati grossolanamente. Abbassate il fuoco e portate avanti la cottura per circa mezzora, aggiungendo di tanto in tanto l’acqua filtrata dei funghi. Dopodiché unite la panna fresca e nel frattempo bollite la pasta in abbondante acqua salata. Scolate i garganelli al dente, versateli nella padella e fateli saltare col sugo per circa due minuti. Servite con una macinata di pepe. Enjoy your meal!

Posted by Anita

Condividi con / Share with:

FacebookTwitterGoogleOdnoklassniki